Natura Umana 2011-2013

Cibo Ŕ un ciclo di pi¨ di quaranta disegni a matita, ogni disegni aumenta la sua grandezza di un centimetro, sono poveri resti sui nostri piatti, pasta e riso, carciofi e patate. Resti morti che sono destinati a dissolversi, diventano vivi e il tratto umile della matita rende vibrante e interessante la loro precaria, delicata esistenza. Fotocopiate, tagliate e rielaborate con matite e carboncino formano in una grande opera dal titolo Cibo diventa Megastore campi che hanno prodotto cibo per tante generazioni. Case e casette, ville e rilette, supermercati e megastore occupano quasi tutto lo spazio.

In Clessidra. Antibiotico diventa acqua, la clessidra viene disegnata sulle scatole di farmaci e l’acqua consiste allegramente in pillole e veleni.

Opere che indagano la natura dell’uomo moderno, le sue contraddizioni e in Dafne, le sue perversitÓ. Sempre con il collage, Cornelia Stauffer realizza un articolata struttura di albero violentato da bottiglie di plastica. Dafne, le tue gambe si coprono di corteccia ma non ti servirÓ a niente oggi il malumore ti insegue.

 

 

 
 

r